DagliEroiAlleDiveilSandalo_LaMostra_locandina

Una mostra tra passato e futuro che racconta le vicissitudini di questa calzatura, simbolo della nascita negli anni ’50 del distretto di San Mauro Pascoli e del Rubicone.
È il sandalo il modello con cui gli artigiani del territorio sammaurese trasformano la loro attività manuale in piccole aziende agli inizi degli anni ’60. Calzatura indossata dagli antichi passa all’oblio per secoli e torna come protagonista nel Novecento, oggetto di vanità e attenzioni feticistiche. Il percorso espositivo intende evidenziare caratteristiche estetiche e artigianali di questa grande arte manifatturiera, patrimonio della nostra cultura.

Il materiale esposto proviene dalla regione Emilia Romagna, racconta di storie antiche, come le repliche di esemplari romani provenienti dal Museo del Delta di Comacchio fino alla storia moderna con le calzature di Renato Manzoni, artigiano di Imola dagli anni ’30 agli anni ’60. Riferimenti storici li troviamo anche con le repliche medievali dell’artigiano Graziano del Barco, cultore della calzatura antica.
La collezione etnica proveniente dal Museo degli Sguardi di Rimini ci porta ad una visione della calzatura utilizzata come simbolo di stato sociale.
Il materiale proveniente dagli archivi delle aziende di San Mauro Pascoli dialoga con la storia e illustra l’evoluzione creativa e la capacità tecnica che hanno reso unica l’esperienza del distretto.

La mostra ripercorre la storia di questa antica calzatura, dal suo ampio impiego in epoca romana al suo limitato uso in epoca medievale, quando il piede nudo indicava esclusivamente condizioni simboliche o sacre, dall’invenzione delle pianelle, che con il loro alto plateau di derivazione medio orientale servirono a protezione di altre calzature contribuendo ad ingioiellare i piedi, soprattutto quelli femminili, fino alla storia più recente del Novecento, quando per la prima volta, dopo secoli di oblio, il sandalo rese nuovamente i piedi visibili, oggetto di vanità e attenzioni anche feticistiche.

Il distretto calzaturiero del Rubicone è conosciuto in tutto il mondo come simbolo del Made in Italy soprattutto per la calzatura di lusso femminile, di cui il sandalo è un eloquente testimone e partecipa alla mostra esponendo esemplari di calzature conservate negli archivi storici dei più importanti brand, tra cui Baldinini, Casadei, Grey Mer, Pollini, Gianvito Rossi, Sergio Rossi, Giuseppe Zanotti, che racconteranno la cultura del bello e del ben fatto italiano, ma anche di come il passato sia sempre di moda, offrendo costantemente spunti di ispirazione per le collezioni di oggi e di domani.

La mostra è promossa dal Comune di San Mauro Pascoli, organizzata con la collaborazione del Cercal – Centro Ricerca e Scuola Internazionale Calzaturiera del distretto del Rubicone ed LZcommunication – e curata da Maria Cristina Savani, stilista e docente presso il Cercal, Elisa Tosi Brandi, storica della moda docente presso l’Università di Bologna.

LA MOSTRA | DAGLI EROI ALLE DIVE IL SANDALO

LA MOSTRA | DAGLI EROI ALLE DIVE IL SANDALO